domenica 4 novembre 2012

Cronisti cronici apocalittici: Fabrizio Billero e Davide Belgradi

Dicono di sé: 

Fabrizio Billero è nato a Palermo nel 1987.
Da sempre vive a Torino, dove è laureando in Scienze Linguistiche presso la Facoltà di Lettere e Filosofia e dove lavora come educatore in un Centro per ragazzi con disturbi dellapprendimento.
Da quasi un decennio il suo tempo libero è dedicato all'animazione e alla formazione di giovani e adolescenti del quartiere in cui abita, nella periferia sud della città.
Sogna un futuro da precario nella Pubblica Istruzione.

Davide Belgradi è nato l11 maggio del 1993.
Diplomatosi in un Istituto Professionale Commerciale, ora studia Lettere all'Università di Torino.
Onorato dall'amicizia del poeta Roberto Rossi Precerutti, suo insegnante durante lultimo anno scolastico, scopre e approfondisce la sua passione per la letteratura e per la poesia.
Troppo giovane per il futuro, sogna solo di avere diciannove anni.

Diciamo di loro: Nella foto, con la quale abbiamo lottato perché si rifiutava di essere esposta alla pubblica gogna, Billero è quello con la barbetta e Belgradi è quello con la kefiah. Sono in due, ma non scrivono insieme (prima che li torturiate con la solita domanda) perché Billero è un prosatore, Belgradi è un poeta. E nel bel racconto "Il silenzio perfetto delle ultime cose" difficile dire se sia meglio la parte in prosa o quella in poesia. Noi, per saper né leggere (come dicono tutti quelli che sono stati esclusi dall'antologia) né scrivere (come dicono tutti quelli di cui ci rifiutiamo di leggere e osannare i parti), abbiamo scritto loro in pvt. A Billero abbiamo detto che la poesia faceva pena, a Belgradi che il racconto si salva solo con i suoi versi. Così sono contenti tutti e due.

p.s. ovviamente si scherza, ma meglio chiarirlo, hai visto mai?