lunedì 14 gennaio 2013

Scrivere Donna, ovvero il rapporto delle donne che scrivono con l'editoria:

Mavie Parisi è nata e vive in Sicilia. Sono moltissime le donne del Sud che hanno trovato nella scrittura, fin dalla più tenera infanzia, un mondo nel quale riversare pensieri e aspirazioni. Un angolo dove vivere a pieno il proprio essere donna (qui l'intervista completa)

Non ho deciso di scrivere, semplicemente è successo. Già dalla scuola elementare, mentre tutte le mie compagne (già perché ai tempi le classi erano monogenere) odiavano la  maestra perché quasi ogni giorno ci obbligava a scrivere un tema, io amavo quelle due ore, dalle otto alle dieci.
Davo sfogo alla mia fantasia, a volte anche in maniera eccessiva.
A volte, spesso devo dire, il mio componimento veniva letto ad alta voce.
Per me non c’era nulla di più bello: le mie compagne sono state i miei primi lettori/ascoltatori.

Sono molte le donne che hanno raccontato di essersi approcciate alla scrittura fin da bambine, ricavandone gioie e dolori, a volte la solitudine di essere giudicate un po' strane e secchione. Avete avuto esperienze simili?