martedì 2 ottobre 2012

Cronisti cronici apocalittici: Fabio Assumma

Dice di sé: Nato a Torino da genitori alieni, papà calabrese e mamma lucana, parte fin da piccolo ad escogitare piani fantasiosi per conquistare il pianeta Terra ed inizia smontando tutto ciò che gli capita a tiro. Per camuffarsi tra gli umani frequenta con buoni risultati le scuole dell’obbligo e poi prende anche il diploma di Maturità Scientifica. Ma i piani per la conquista della Terra vanno a rilento e decide di iscriversi all’università, così per passare il tempo. E passa oggi passa domani si laurea in Ingegneria Elettronica presso il Politecnico di Torino. Il destino però è beffardo e, innamoratosi di una bellissima terrestre, con cui attualmente è sposato e ha una figlia, si è visto costretto ad abbandonare il piano iniziale per deviare verso qualcosa di più terrificante: escogitare un modo per pagare il mutuo. Nel tempo libero smonta e rimonta l’impossibile e, avendo ultimamente scoperto la penna, scrive fesserie che cerca invano di spacciare per racconti.

Diciamo di lui: Ci ha rubato il mestiere. Perché uno che mette insieme una biografia come questa sta, evidentemente, fuori come una scala antincendio festonata di edera. Se poi aveste dei dubbi, aspettate di leggere il suo racconto che, a furor di giuria, si è aggiudicato il premio titolo più originale: Il buco con la Terra intorno. In cosa consisteva il premio? Una bicchierata ristoratrice tra noi della giuria. Vi assicuro che non potete sapere fino a che punto ce la siamo meritata...